Il mio bosco.
Il tuo bosco.

Il mio bosco.
Il tuo bosco.


Io traggo il meglio dal mio bosco.
E tu hai il legno.

Daniel Fässler

Membro del Consiglio degli Stati al Parlamento federale, presidente di BoscoSvizzero

In Svizzera vi sono circa 250’000 proprietari di boschi. BoscoSvizzero dà loro una voce. Da 100 anni l’associazione BoscoSvizzero si impegna a favore dei proprietari di boschi e del bosco svizzero. Sosteniamo condizioni quadro che permettano ai proprietari di boschi di gestire il proprio bosco in modo economicamente ed ecologicamente sostenibile. Soltanto così siamo in grado di garantire che il bosco rimanga in salute e mantenga la sua varietà a lungo termine.

Chi, come me, è cresciuto in una segheria, naturalmente sa quanto sia importante e prezioso il bosco. In Svizzera lo straordinario mondo del bosco è aperto a tutti grazie al diritto di libero accesso. Perché una visita nel bosco sia davvero un piacere serve l’impegno dei proprietari di boschi.

Noi proprietari di boschi siamo responsabili dello sfruttamento sostenibile e appropriato del bosco. Così facciamo in modo che il bosco rimanga sano ed efficiente – e che fornisca legno, materia prima preziosa, alle persone in Svizzera. Nell’Appenzello il bosco è estremamente vigoroso in molte località e ospita soprattutto tanti begli abeti rossi e bianchi. Noi appenzellesi siamo orgogliosi delle nostre tradizioni, che annoverano anche le costruzioni in legno. E ancora oggi il riscaldamento è a legna in molte case. Il bosco e il legno forniscono un importante contributo alla creazione di valore regionale. Non da ultimo, è importante vigilare sul bosco anche per questo.

Creazione di valore regionale

L’economia forestale svizzera conta circa 6200 occupati. Circa 7500 persone operano nella lavorazione del legno grezzo, ad esempio nelle segherie. Complessivamente l’economia forestale e del legno, con edilizia in legno, falegnamerie, industria della cellulosa e della carta, offrono quasi 100’000 posti di lavoro. La creazione di valore lordo dell’economia forestale e del legno svizzera si attesta a 4,5 miliardi di franchi l’anno. E poiché l’economia forestale e del legno si svolge per la maggior parte al di fuori dei grandi centri industriali, essa fornisce un contributo essenziale alla creazione di valore regionale proprio nelle regioni periferiche.

 

Multifunzionalità

Versatile com’è, il nostro bosco svolge altri compiti importanti. Ad esempio è un luogo dove le persone, sia del posto sia turisti, cercano quiete o praticano sport nelle sue forme più diverse. Siamo davvero lieti che così tanti ospiti vengano nel nostro bosco. Purtroppo non tutti i visitatori si comportano con il necessario rispetto e i nostri forestali sono continuamente costretti a raccogliere rifiuti e a effettuare ogni genere di riparazione. È un vero peccato – senza dubbio potremmo impiegare questo tempo nel bosco in maniera più opportuna.

I nostri boschi non soltanto immagazzinano grandi quantità di acqua piovana, ma filtrano anche quasi la metà della nostra acqua potabile. La tutela dell’acqua potabile richiede spesso sforzi supplementari, affinché questo bene prezioso continui a essere disponibile in una qualità eccellente. Ma di questa prestazione deve occuparsi soltanto il proprietario del bosco?