keyvision
keyvision
keyvision
Il castagno

In Svizzera, il castagno (Castanea sativa Mill.) è diffuso soprattutto sul versante meridionale delle Alpi. In Ticino, esso rappresenta circa il 20 per cento delle specie arboree presenti. I suoi frutti costituivano fin dentro il XVIII secolo l’alimento principale sulle mense ticinesi. La sua importanza è andata scemando con l’affermarsi della patata, del granoturco e di un’agricoltura intensiva. Dopo la seconda guerra mondiale, molte selve castanili sono state abbandonate. Il Ticino ha frattanto riconosciuto l’importanza economica e turistica dei suoi meravigliosi boschi e zone castanili.

Il castagno è un albero longevo che può vivere fino a 400 anni, in Ticino persino fino a mille. I suoi fiori sono visitati da stuoli di api che producono un miele eccellente.

Sentiero del castagno
In poco più di 35 minuti dal centro di Lugano si raggiunge Arosio, il villaggio più alto del Malcantone, situato a 859 metri, da cui si gode un magnifico panorama sulla Valle del Vedeggio, la Valle Capriasca e la Val Colla, come pure sulla città di Lugano ed il golfo di Agno. Dal Grotto Sgambada si raggiunge dapprima la selva castanile di Induno, si prosegue poi verso la chiesa di San Michele di Arosio.

Inventario forestale nationale