keyvision
keyvision
keyvision
Gestione forestale in Ticino, dal bosco al legno

Il Bosco in Ticino
La vasta fascia di territorio cantonale che si è estende dai fondivalle fino a oltre i 2000 metri di altitudine è coperta da una vegetazione arborea e arbustiva, che rappresenta l’elemento dominante del nostro paesaggio naturale. La sua attuale composizione, la struttura e la distribuzione odierna sono il risultato congiunto di periodi di ripopolamenti postglaciali e di oscillazioni climatiche caratterizzate dall’alternanza di periodo caldi e freddi. L’uomo con le sue utilizzazioni legnose e la gestione dello stesso è stato, assieme, alla natura, l’attore principale per la creazione del bosco attuale.

Le utilizzazioni attuali
Le utilizzazioni del Canton Ticino negli ultimi anni si sono assestate tra i 50'000 e gli 80'000 m3 annui. I tagli dei proprietari pubblici rappresentano la parte principale di queste utilizzazioni. Solo una minima parte del legname è da considerarsi come legname d’opera, infatti praticamente solo il legname resinoso trova degli interessanti sbocchi per una sua successiva valorizzazione.

Il potenziale del legno ticinese
La minimizzazione dei costi applicata alle economie di scala ha guidato la strategia di standardizzazione nelle grosse industrie di trasformazione del legno. Questa tendenza ha limitato i vantaggi competitivi delle piccole e medie imprese (Pmi) alle quali rimane però la possibilità di sviluppare produzioni di nicchia. Opportunità sono presenti nel settore della lavorazione di legname di alta qualità che richiede conoscenze specifiche, nello sviluppo di collaborazioni sull’intera catena del valore con la creazione di reti verticali ed orizzontali e dei vantaggi competitivi potrebbero essere generati attraverso delle innovazioni.

Maggiori informazioni